Il progetto "Fiori di Bach in Hospice"





Desidero ringraziare  Raffaella Ganzetti, direttore editoriale di "Milano più sociale", giornale on line di informazione per il mondo della disabilità e fragilità, che si è interessata alla nostra esperienza di Fiori di Bach in Hospice e che ha pubblicato questo articolo sul suo giornale. Grazie anche a Camilla Marinoni, amministratore sito web di "Milano più sociale" e mia cara amica, che ha parlato di noi a Raffaella.

Maria Chiara Verderi


Nessun commento:

Posta un commento